Docente

Testo tratto da www.wikiartpedia.org

anna_maria_monteverdi

Anna Maria Monteverdi, critico e studioso di teatro contemporaneo e in particolare di Digital Performance.

Ha conseguito la laurea all’Università di Pisa, in “Lettere moderne” con una tesi in Storia del Teatro pubblicandone estratti in riviste specializzate e all’interno del volume da lei stessa curato “La maschera volubile. Frammenti di Teatro e Video” (Titivillus, 2001). Dopo la laurea ha continuato a collaborare all’insegnamento di “Storia del Teatro” del prof. Fernando Mastropasqua e a seguire lezioni sulla videoarte della prof.ssa Sandra Lischi.  Consegue il dottorato con borsa in “Forme, codici e stili della rappresentazione teatrale, cinematografica e audiovisiva”.

Per la ricerca affronta la questione videoteatrale e tecnoteatrale studiando il lavoro del regista canadese Robert Lepage trasferendosi a Québec city per un viaggio di studio presso il quartier generale della compagnia di Lepage, Ex Machina. E’ accompagnata in questo viaggio da Giacomo Verde e assite al lavoro sullo spettacolo “La face cachée de la lune”. Vengono effettuate numerose riprese video nel backstage e un’intervista allo scenografo Carl Fillon e al regista stesso. La ricerca confluisce nel volume “Il Teatro di Robert Lepage” (Pisa, BFS), primo volume dedicato allo studio del regista, e nel video “La faccia nascosta del Teatro” con riprese e montaggio di Giacomo Verde. Il video viene proiettato al Riccione TTV.

L’attività di studio del teatro contemporaneo che fa uso di vecchi e nuovi media va di pari passo con la volontà di diffondere in tempo reale i risultati di tale ricerca; con Oliviero Ponte di Pino, giornalista del Manifesto e di Radio Rai, fonda nel 2000 il webmagazine di teatro www.ateatro.it e firma la sezione tnm Teatro e Nuovi media.In “Il meglio di ateatro” scritto con Ponte di Pino sono pubblicati alcuni degli articoli più significativi.

Scrive su Robert Lepage: Peter Sellars, Giacomo Verde, Motus, Konic thtr, Klaus Obermaier, Critical Art Ensemble, Marianne Weems, Mark Coniglio, Jaromil, Studio Azzurro, William Kentridge. Ha partecipato a convegni internazionali di Teatro e Media ed è stata membro di giuria di numerosi Festival e rassegne video; dal 2000 fino al 2007 ha insegnato “Teatro multimediale” presso l’Università di Pisa- Corso di Laurea in Cinema Musica Teatro. Ha insegnato “Fenomenologia del teatro” all’Accademia di Macerata e “Drammaturgia del media” al Dams di Bologna.

Insegna attualmente “Forme dello spettacolo multimediale” al Dams di Genova e “Digital Video” all’Accademia di Brera, Nuova Scuola di Tecnologie per l’Arte e Storia del teatro a Cagliari. Collabora per docenze alla Naba di Milano (Master in Digital Environment Design diretto da Paolo Atzori). L’attività editoriale è continuata in collaborazione con Andrea Balzola con il quale dà alle stampe il volume Garzanti “Le arti Multimediali Digitali”, e con Oliviero Ponte di Pino, con il quale ha pubblicato il volume “Nuovi media, nuovo teatro” (FrancoAngeli). Collabora all’Encyclomedia di Umberto Eco per il quale cura la voce “Teatro Multimediale”.

Testo tratto da www.wikiartpedia.org

Cerca

Archivio